Brunello di Montalcino
Ridolfi

 65,00

-
+

IIl Brunello di Montalcino DOCG – Ridolfi è un vino di eccellente qualità prodotto con 100% di uve Sangiovese, questo vino è stato invecchiato per 36 mesi in botti di rovere di Slavonia da 25-35 hl, seguito da un minimo di 12 mesi in bottiglia, per garantire la sua perfetta maturazione.
Caratterizzato da uno stile sobriamente moderno, il Brunello di Montalcino Ridolfi è perfettamente equilibrato e smussa le tendenze calde dell’annata grazie alla collocazione dei suoi vigneti nella parte più fredda di Montalcino. Al naso, si percepiscono note floreali e sfumate che anticipano un sorso succoso, piuttosto snello e con rovere in equilibrio.
Questo vino si presta ad abbinamenti con piatti strutturati di carni rosse e selvaggina da penna e pelo, esaltandone i sapori e gli aromi. Inoltre, è ideale da gustare come vino da meditazione, lasciando che le sue caratteristiche uniche e complesse si rivelino gradualmente.

Vitigni 100% Sangiovese
Vendemmia Fine settembre – inizio ottobre, raccolta manuale in piccole cassette.
Vinificazione Fermentazione e macerazione della durata di 60gg a temperatura controllata di 26°C, in vasche di acciaio, con frequenti rimontaggi e delestage.
Affinamento Affinamento 36 mesi in grandi botti di rovere di Slavonia da 25-35 hl.
Affinamento in bottiglia: minimo 12 mesi. Grado alcolico 14%
Abbinamenti Piatti strutturati di carni rosse, selvaggina da penna e pelo, formaggi stagionati, godibile quale vino da meditazione.

Pillole di Storia: Ridolfi è situata in località “Mercatali”, il cui nome deriva dal grande mercato annuale che qui si teneva tra il V ed il VI secolo e sorge sul versante di una collina, a 300 metri di altitudine, a ridosso della Strada del Brunello che la collega a Siena. La cantina è stata ristrutturata per intero nel 2014, nel rispetto dell’originaria configurazione del borgo di Mercatale. Tutti i vigneti sono piantati nel versante Nord-Est di Montalcino: parte della vigna, con un’età media di oltre 15 anni, è allevata a cordone speronato, i vigneti piantati dopo il 2013 sono invece allevati a Guyot semplice. Durante l’anno vengono effettuati ben tre diradamenti ed i grappoli dell’ultimo vengono utilizzati per produrre un Brut Rosé. Competenze professionali e specialistiche, tecniche di vinificazione ed imbottigliamento innovative hanno affiancato l’esperienza dei “vecchi” ed i processi artigianali, migliorandone il risultato. Tutto secondo una regola: il rispetto, valore essenziale di Ridolfi. Deus ex machina di questa stella nascente del panorama di Montalcino è Gianni Maccari che, dopo un passato tra le migliori aziende di Montalcino, è ora al timone di Ridolfi. È a lui che Valter Peretti, proprietario della tenuta ed amante della Toscana e del buon vino, ha affidato il presente ed il futuro di questo gioiello toscano.