Cilento Fiano Salecaro Dop
Azienda Agricola Pippo Greco

 16,00

-
+

Cromatismo certamente carico. Impatto olfattivo intrigante e complesso, che regala alle narici un potpourri profumato di agrumi, di mela, di pera, di ananas, di ginestra, di biancospino e di erba officinale. Sbuffi sapidi e minerali. Leggero sentore fumé. In bocca fa il suo ingresso un sorso affilato, polposo, succoso ed elegante. Silhouette rivitalizzata su toni sferzanti e che sfocia poi in un finale lungo ed appagante. Serbevolezza a lunga gittata. Su piatti di pesce, latticini e carne bianca.

Denominazione: Cilento DOP
Vitigni: Fiano 100%
Regione: Campania (Italia)
Gradazione: 13.5%
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Agropoli (Sa), flysch cilentano argilloso e calcareo
Vinificazione: Acciaio inox a temperatura controllata, barrique di primo passaggio, lieviti selezionati
Affinamento: 2 – 3 mesi barrique di primo passaggio, poi bottiglia
Colore: Giallo paglierino carico
Profumo: Agrumi, mela, pera, ananas, biancospino
Gusto: Sorso affilato, polposo, succoso ed elegante

Pillole di storia: “Oggi in cantina con Pippo Greco, dove mi accoglie la visione di una botte al lato del cancello, con una targa moderna dell’ azienda. In tutto trasuda la tradizione e l’innovazione. Pippo Greco ha studiato enologia e poi ha deciso di sostituire gli uliveti di famiglia con vigne. All’inizio il papà che non approvava ma poi con orgoglio mi spiega che suo figlio ci ha saputo fare e che le persone ad Agropoli lo fermano per testimoniare la qualità dei vini di suo figlio. Si avvicina la mamma che viene dalla famiglia Botti (sorella di Carmine Botti) e ci tiene a precisare che la loro famiglia ha una lunga storia nel campo vitivinicolo.
Visito la cantina e quella che dovrà diventare la sala degustazione, trovo tutto molto piacevole e armonioso. Vedo particolari che parlano di ricerca.
Pippo è un fiume in piena con tutta la sua semplicità e mi racconta che il suo posto d’onore è sul trattore fra i filari delle sue viti. Mi parla della sua cantina e della vendemmia che preannuncia un annata di eccellente qualità. Sgranocchiamo delle mandorle di sua produzione e poi ho l’ onore di assaggiare in anteprima il suo strepitoso acquachiara (FIANO INGP) e il mosto dell’Acquaviva (AGLIANICO IGP). Posso confermare che è nettare degli Dei.
Intanto arriva un rimorchio di uva aglianico che sarà a breve vinificato. Fra sapori, profumi e conoscenze ci salutiamo.
La cantina Pippo Greco è una cantina giovane che ha tanto da raccontare.”